Auto elettriche in Norvegia
News Motori

Norvegia, si fa la storia: l’elettrico sorpassa il tradizionale per vendite

58,45%. E’ la percentuale di vetture a batteria rispetto al totale vendute in Norvegia nell’ultimo mese. Sì, solo una su tre presenta dunque un motore termico. Un risultato pazzesco per un paese schieratosi in prima linea nella lotta all’inquinamento da marmitta. Le auto elettriche in Norvegia non sono più soltanto una realtà stabile e consolidata, ma rappresentano anche la preferenza del popolo.

A loro piace elettrico

Chi la fa da padrone è la Tesla Model 3. La piccola della casa californiana sta registrando ottimi dati di vendita in tutto il mondo, ma è stato in Scandinavia che la vettura ha fatto la differenza. Con 5.315 esemplari venduti, la Model 3 si impone come l’auto più acquistata in Norvegia, a fronte di 18.375 immatricolazioni totali a marzo 2019. In totale, nello scorso mese sono state vendute ben 10.732 auto elettriche.

Le previsioni della Norwegian Electric Vehicle Association sembrano vicinissime alla realizzazione. L’associazione aveva stimato che entro fine 2019, le elettriche sarebbero contate per il 50% nel computo delle immatricolazioni annuali. Al momento le attese sono già state superate, resta però da vedere in quanto tempo si stabilizzeranno queste statistiche.

Auto elettriche in Norvegia: merito anche delle agevolazioni statali

Se l’elettrico ha avuto un’ascesa così repentina, gran parte del credito va assegnata al gran lavoro delle istituzioni competenti. Dal 2025, il Governo intende bandire definitivamente i motori a combustione interna e per riuscire nel proprio intento ha deciso di lanciare un’iniziative simile ai nostri Ecobonus: sconto del 25% per eliminare l’IVA ed esenzioni dal pagamento di tariffe di parcheggio, pedaggi e biglietti per traghetti.

L’exploit della batteria, in Norvegia, è un fenomeno strettamente collegato alla decrescita del motore termico in quanto a popolarità. Ma non solo: negli ultimi mesi, anche l’ibrido ha decisamente perso fiducia, dovendo rinunciare a ben dieci punti percentuali nelle vendite. Niente fasi intermedie insomma, al Nord Europa sono già pronti ad abbracciare un’auto totalmente elettrificata.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *