Auto Brexit
News Motori

Codice della Strada, confermate le modifiche: sanzioni inasprite

E’ ufficiale: il Codice della Strada si rifà il look. Il testo contenente le modifiche è stato ultimato e la maggioranza ha finalmente avuto il via libera per procedere dopo l’accordo con le forze di opposizione. Sono tanti gli aspetti toccati da questo restyling, che cercheremo di analizzare con ordine e completezza, in attesa di un annuncio ufficiale da parte del Governo.

Nuovo Codice della Strada – Lotta allo smartphone

I nuovi provvedimenti sono volti soprattutto ad eliminare la distrazione da telefonino. Pertanto, sono state decisamente inasprite le pene verso chi viene pizzicato a guidare con un cellulare in mano. La sanzione, adesso corrispondente a poco più di 100 euro, sarà alzata ad oltre 400 di minimo, sino a superare i 1000 euro in casi particolarmente gravi. I recidivi pagheranno con oltre 2000 euro di sottrazione.

Non cambierà invece il limite massimo autostradale, che viene confermato a 130 km/h.

Nuovo Codice della Strada – Parcheggi rosa e divieto di fumo

L’opposizione ha dato il via libera per la concessione di spazi di parcheggio riservati alle future mamme. Questi stalli saranno totalmente gratuiti. Il privilegio si estende anche alle donne che trasportano con sé la prole di età minore ad un anno.

Il divieto di fumo alla guida, invece, non s’ha da fare. Viceversa, vengono innalzate le batoste riguardo la sosta vietata, per la quale è prevista anche la sottrazione di diversi punti dalla patente, oltre a multe salatissime.

Capitolo Ciclisti

Si annunciavano grandi cambiamenti anche per gli amanti della bicicletta. E così sarà. Verrà introdotta per loro una linea d’arresto a stop e semafori, a tre metri circa da quella riservata agli autoveicoli. A breve sarà anche legale la circolazione su strada, a dispetto della normativa attuale che prevedere che si possa calcare soltanto il suolo delle piste ciclabili.

Il solo rifiuto al sottoporsi alle prove anti alcool e droga sarà punito con sanzioni pari fino ai 1.697 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *