Scheda tecnica Ducati Panigale 959
Moto

Ducati Panigale 959: scheda tecnica, prezzo e consumi

Erede della 899 – che per prima ha proposto una Superbike Ducati sempre più utilizzabile e godibile anche su strada oltre che su pista -, la Ducati Panigale 959 è stata presentata per la prima volta a margine dell’EICMA 2011 e commercializzata a partire dal gennaio 2012. Da allora, la Panigale (il nome è un omaggio a Borgo Panigale, sede della fabbrica di Bologna) è stata proposta in diverse varianti e cilindrate, tra cui la 959. Prodotta a partire dal 2016, il modello che analizzeremo in quest’articolo è a tutti gli effetti una versione maggiorata del propulsore 899 portato a 955 cm³ grazie all’impiego di due iniettori per cilindro. La novità assoluta è sicuramente il telaio monoscocca in lega d’alluminio fusa, che costituisce una novità per le Ducati stradali in controtendenza rispetto al tradizionale telaio in traliccio di tubi. Ciò che si differenzia dal modello precedente, inoltre, sono l’albero motore, le bielle e i pistoni. Tutti fattori che, insieme ad altri che scopriremo in seguito, rendono tale mezzo molto più costoso rispetto alle sue concorrenti dirette in tutte le cilindrate.

Caratteristiche Ducati Panigale 959

Dimensioni Ducati Panigale 959

Le dimensioni della Ducati Panigale 959 sono le seguenti: la lunghezza della moto è di 206 cm, mentre la larghezza e l’altezza generale si stanziano rispettivamente sui 81 cm e 112 cm. L’altezza della sella, invece, è pari a 81 cm mentre l’avancorsa e l’interasse misurano 9,6 cm e 143 cm. Il peso – se consideriamo anche la capacità del serbatoio carburante di 17 litri – è di circa 200 kg.

Allestimenti Ducati Panigale 959

La Ducati Panigale 959 ha un allestimento davvero molto ricco e considerevole. La dotazione di serie di tale motocicletta, infatti, prevede l’ABS, l’ammortizzatore di sterzo (ohlins), i cerchi a razze, il computer di bordo, il DQS (sistema elettronico di gestione del cambi, che permette di inserire le marce in accelerazione senza l’utilizzo della frizione mantenendo il gas aperto), il DTC (controllo trazione regolabile che sovraintende al controllo dello slittamento del pneumatico posteriore), l’EBC (sistema di regolazione del freno motore), la forcella regolabile, il monoammortizzatore regolabile, il RbW – Ride-by-Wire (utilizza tre diverse mappature per regolare l’erogazione di potenza) ed il Riding Modes (scelta tra quattro modalità pre-programmate, consentono di modificare i parametri di motore e ciclistica). Il faro LED disegna una firma luminosa immediatamente riconoscibile, il codino diviso in due parti rende il posteriore ancora più aggressivo mentre il cupolino ottimizza la protezione aerodinamica e il flusso d’aria al motore. Le linee della 959 Panigale sono disegnate da una livrea bicolore con il bianco che si inserisce nel classico rosso Ducati, rendendo così la moto immediatamente riconoscibile.

Motorizzazione e consumi Ducati Panigale 959

Il motore della Ducati Panigale 959 è un bicilindrico a L con distribuzione Desmodromica 4 valvole per cilindro e raffreddamento a liquido. La potenza è pari a 150 CV con 110 kw a 10.500 giri/min e una coppia di 102 Nm a 9.000 giri/min. Il cambio è meccanico a 6 marce con Ducati Quick Shift (DQS). Come già scritto in precedenza, la cilindrata è di 950 cc. La velocità massima della moto è di 265,1 km/h con un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 3,5 secondi.
consumi di tale motocicletta, invece, si assestano su una media di 17,1 km/l in autostrada, 20,8 km/l sui tratti extra-urbani e 21,3 km/l e 18 km/l rispettivamente a 90 km/h e 120 km/h. L’omologazione è Euro4 mentre le emissioni di CO2 sono pari a 133 g/km: per rispettare la normativa europea, la 959 adotta un differente impianto di scarico che prevede un doppio terminale laterale.

Prezzo Ducati Panigale 959

Il prezzo della Ducati Panigale 959 è pari a 16.980 € (in parte giustificati dalla tecnologia in gioco) ed è prevista una garanzia di 24 mesi. Per usufruire e conservare la validità della garanzia convenzionale offerta da Ducati sono obbligatori tre tagliandi: a 1.000 km (o sei mesi), 12.000 km (o 12 mesi) e 24.000 km (o 24 mesi) da effettuare presso un qualsiasi concessionario ufficiale Ducati. Inoltre, grazie al programma Factory Ever Red, è possibile estendere la garanzia – valida in tutta Europa senza nessun limite di chilometraggio – per altri 12 o 24 mesi entro 30 giorni dall’acquisto della moto. Con il programma Ever Red, invece, potrete prolungare il periodo di copertura sulla vostra moto di 12, 24 o 36 mesi oltre ai 2 anni già previsti dalla garanzia Ducati: può essere sottoscritta dal secondo mese dopo l’acquisto e al termine della sua scadenza puoi rinnovarla ulteriormente con Ever Red Plus 12.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *