Monopattini elettrici in strada
Codice della Strada

I monopattini elettrici potranno circolare anche in strada

E’ finalmente arrivato l’ok del regolamento in merito alla circolazione dei monopattini elettrici in strada. Ebbene, i possessori di suddetto veicolo potranno non solo accedere alle aree pedonali, ma anche a percorsi pedonali e ciclabili, piste ciclabili in sede propria e su corsia riservata, zone a 30 km/h e strade con limite di velocità di 30 km/h, previa autorizzazione comunale. Lo stesso provvedimento viene applicato anche ad hoverboard, segway e monowheel.

La norma, d’altronde, era già stata varata all’interno della Legge di Bilancio 2019 approvata il 1°gennaio scorso. Il ministro Danilo Toninelli, tuttavia, ha soltanto adesso dato il proprio via libera per la regolamentazione dei suddetti mezzi.

In realtà, il provvedimento rappresenta soltanto una sperimentazione. L’adeguamento delle norme dovrà essere esplicitamente richiesto da tutti i comuni interessati.

Monopattini elettrici in strada – Attenzione!

Occhio, però, a restrizioni e limiti di velocità, perché non tutti possono andare dappertutto. Monowheel e hoverboard, infatti, potranno circolare solo nelle aree pedonali e a velocità al di sotto dei 6 km/h. Segway e monopattini, invece, potranno portare a zonzo, oltre che nelle aree pedonali (velocità massima di 6 km/h) anche su percorsi pedonali e ciclabili, piste ciclabili, zone 30 e strade urbane con limite di velocità di 30 km/h. In questo caso, non è possibile superare la velocità di 20 km/h.

Inoltre, monopattini e segway dovranno essere muniti di un cosiddetto selettore di velocità che consenta l’impostazione di un limite massimo da non superare in qualsiasi caso. Leggi da rispettare non solo per il cittadino, ma anche per i comuni che intendano applicarle.

In città, infatti, dovranno essere eretti appositi segnali che rendano semplice per il passante individuare il pericolo di piccoli veicoli in arrivo. Chi vorrà aggiungere monopattini o segway alla propria offerta di noleggio, dovrà provvedere a coprire gli stessi con un piano assicurativo e, soprattutto a designare delle aree di parcheggio apposite per evitare intralci sul suolo pubblico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *