Classifica piloti e costruttori Formula 1 2020

La Formula 1 2020 entra nel vivo. Dopo tre gran premi, le Mercedes di Hamilton e Bottas, e la Red Bull di Verstappen guidano la classifica. Bell’inizio per le Racing Point di Stroll e Perez che approfittano del brutto momento della Ferrari. Guida il campionato il pilota britannico che si è laureato per la sesta volta campione del mondo di Formula 1 vuole raggiungere Michael Schumacher fermo a sette titoli mondiali.

MotoriNotizie.it è lieta di presentarvi la classifica piloti e costruttori della Formula 1 2020. Due tabelle che sono state costantemente aggiornate ogni week-end per permettere a voi lettori di seguire l’andamento e il posizionamento in classifica del vostro pilota preferito e/o della scuderia per cui fate il tifo.

Classifica piloti Formula 1 2020

POSIZIONEPILOTANAZIONALITÀTEAMPUNTI
1Lewis HamiltonGran BretagnaMercedes190
2Valtteri BottasFinlandiaMercedes135
3Max VerstappenOlandaRed Bull110
4Lando NorrisGran BretagnaMcLaren65
5Alexander AlbonThailandiaRed Bull63
6Lance StrollCanadaRacing Point57
7Daniel RicciardoAustraliaRenault53
8Charles LeclercMonacoFerrari49
9Sergio PerezMessicoRacing Point44
10Pierre GaslyFranciaAlpha Tauri43
11Carlos Sainz JrSpagnaMcLaren41
12Esteban OconFranciaRenault30
13Sebastian VettelGermaniaFerrari17
14Daniil KvyatRussiaAlpha Tauri10
15Kimi RaikkonenFinlandiaAlfa Romeo Racing2
16Antonio GiovinazziItaliaAlfa Romeo Racing2
17Kevin MagnussenDanimarcaHaas1
18Nicolas LatifiCanadaWilliams0
19George RussellGran BretagnaWilliams0
20Romain GrosjeanFranciaHaas0

Classifica costruttori Formula 1 2020

POSIZIONETEAMNAZIONALITÀPUNTI
1MercedesGermania325
2Red BullAustria173
3McLarenGran Bretagna106
4Racing PointGran Bretagna92
5RenaultFrancia83
6FerrariItalia66
7AlphaTauriItalia53
8Alfa Romeo RacingSvizzera4
9HaasStati Uniti d’America1
10WilliamsGran Bretagna0

Regolamento classifica piloti e costruttori Formula 1 2020

Il regolamento della Formula 1 2020 prevede che per ogni gara del mondiale vengono assegnati i punti per il campionato in questa maniera:

1° posto = 25 punti
2° posto = 18 punti
3° posto = 15 punti
4° posto = 12 punti
5° posto = 10 punti
6° posto = 8 punti
7° posto = 6 punti
8° posto = 4 punti
9° posto = 2 punti
10° posto = 1 punto

Da quest’anno viene nuovamente assegnato un punto al pilota che registra il giro veloce, solo se esso è classificato nei primi 10 posti. Per la classifica costruttori, invece, viene effettuata una sommatoria dei punti ottenuti dai due piloti della scuderia.
Qualora due piloti dovessero finire appaiati con lo stesso numero di punti al termine del campionato, per decretare il primo posto in classifica bisognerà tenere in considerazione il numero di migliori piazzamenti. Nel caso remoto in cui dovesse esserci parità anche nei migliori piazzamenti, il primo posto verrà stabilito prendendo in considerazione la data in cui si è registrato il piazzamento migliore.

Per risultare classificato e ricevere i punti spettanti, un pilota deve completare almeno il 90% della percorrenza totale. In questo caso, il punteggio viene basato sulla distanza completata comparata con gli altri in gara. Se ci sono meno piloti che hanno completato almeno il 90% dei giri di quanti siano le posizioni a punti, gli altri punti non vengono assegnati. Qualora la gara venga interrotta per pioggia o incidente grave prima che sia stato percorso il 75% dei giri viene assegnata la metà dei punti ai primi classificati nell’ultimo giro completato: di conseguenza, possono essere assegnati anche i mezzi punti.

In caso di comportamenti in pista ritenuti antisportivi o scorretti da parte dei piloti, il nuovo regolamento prevede diverse penalità da elargire a coloro i quali violano il codice sportivo. Dal 2014 è stato introdotto un sistema di punti (detto “patente a punti”) che si accumulano a ogni infrazione: se un pilota arriva a 12 viene escluso da un GP. Di seguito, ecco riportate le varie penalità che possono in qualche modo intaccare la posizione e il punteggio finale del pilota:

  • Reprimenda: richiamo ufficiale, se si arriva alla terza nel campionato e almeno due sono per condotte alla guida scatta la retrocessione di 10 posizioni in griglia;
  • Penalità del drive-through: richiede al pilota di entrare nella pit-lane, viaggiare dentro la corsia a velocità limitata, e uscire senza fermarsi ai box;
  • Penalità dello stop and go: consiste nel non svolgere operazioni sulla monoposto da parte dei meccanici, al rientro ai box del pilota, prima dello scadere di dieci secondi;
  • La retrocessione in griglia: il numero di posizioni è variabile (solitamente 3, 5, 10, 20 >20 e fondo griglia) e può essere scontata anche al GP successivo a quello dell’infrazione per vari tipi di scorrettezze e violazioni tecniche;
  • Bandiera nera: squalifica del pilota dalla gara e il risultato eventualmente ottenuto non conterà per il campionato;
  • Esclusione dal Campionato del Mondo Piloti: la sanzione può riguardare quell’anno e può portare anche il ritiro della Superlicenza FIA necessaria per gareggiare in Formula 1.