Scheda tecnica Ferrari F8 Tributo
Auto

Ferrari F8 Tributo: scheda tecnica, prezzo e consumi

Evoluzione della 488, la Ferrari F8 Tributo – chiamata così perché omaggia e celebra l’eccellenza del motore V8 Ferrari stradale più potente di sempre – è stata presentata al Salone dell’automobile di Ginevra del 2019 ed è stata disegnata dal Centro Stile Ferrari al fine di orientarsi alla sportività sempre in funzione alle performance aerodinamiche.
L’anteriore è fortemente caratterizzato dall’integrazione del S-Duct. Si tratta di una soluzione già adottata sulla 488 Pista, qui rivista in funzione delle modifiche apportate al nuovo frontale, che contribuisce per il 15% all’aumento di carico aerodinamico globale rispetto alla 488 GTB. L’adozione di nuovi fari LED anteriori orizzontali, più compatti, ha permesso ai tecnici aerodinamici di ricavare nuove prese di raffreddamento freni, in abbinamento con quelle all’esterno del paraurti, in ottica del miglioramento del flusso d’aria in tutto il vano ruota evitando così un incremento dimensionale del sistema frenante che sarebbe stato necessario a causa delle aumentate prestazioni velocistiche della vettura.
Il nuovo lunotto posteriore modellato in Lexan esalta il vano motore, rivisitando in chiave moderna l’elemento di design più distintivo della Ferrari V8 più celebrata: l’F40. Le feritoie aiutano a estrarre aria calda dal cofano motore senza influire sull’efficienza dello spoiler soffiato, ulteriormente evoluto per aumentare il carico generato nella parte posteriore dell’auto. Lo spoiler avvolge i fanali posteriori, abbassando otticamente il baricentro della vettura e permettendo anche il ritorno al classico doppio fanale incastonato nell’alloggiamento nello stesso colore della carrozzeria. Tutti dettagli che riprendono il disegno delle prime berlinette 8 cilindri come, appunto, la 308 GTB progenitrice della dinastia.
Gli interni della vettura mantengono il classico tema di stile “cockpit”, caratteristico delle berlinette 8 cilindri motore centrale-posteriore, ma beneficiano di un aggiornamento stilistico in ogni componente di plancia, pannelli porta e tunnel. La nuova generazione di HMI (l’interfaccia di comando Human Machine Interface), con bocchette dalla forma rotonda, nuovo volante e comandi, e nuovo display passeggero touchscreen a 7 pollici, migliora significativamente la soddisfazione di guidatore e passeggero.

Caratteristiche Ferrari F8 Tributo

Dimensioni Ferrari F8 Tributo

La Ferrari F8 Tributo riporta le seguenti dimensioni: la lunghezza dell’automobile è di 4611 mm, la larghezza è di 1979 mm e l’altezza generale è di 1206 mm. II passo, invece, è pari a 2650 mm mentre il peso a secco e in ordine di marcia si assestano rispettivamente a 1330 kg e 1435 kg. La vettura, rispetto alla Ferrari 488 GTB, si presente più leggera di 40 kg e più efficiente del 10% in termini di aerodinamica, grazie alla deportanza notevolmente superiore: queste caratteristiche le permettono di essere più scattante in curva oltre che più maneggevole in ogni situazione. La capacità del bagagliaio, ovviamente, non è ampissima visti i soli 201 litri di capacità.

Allestimenti Ferrari F8 Tributo

Pur trattandosi di una supercar, la F8 Tributo presenta importanti dotazioni di serie come il sistema Keyless, l’infotainment con radio Dab e bluetooth, il climatizzatore bi-zona, i gruppi ottici Full Led, i cerchi di lega da 20″, l’impianto frenante carboceramico e il telo copriauto. Alla voce accessori troviamo una sterminata lista di personalizzazioni: la compatibilità con Apple CarPlay (3.050 euro), i sedili d’Alcantara (2.440 euro), la tinta bicolore (8.540 euro), la verniciatura speciale (9.028 euro) le pinze freno colorate (900 euro), i componenti della carrozzeria e del vano motore di carbonio (oltre 50.000 euro totali), i rivestimenti interni di carbonio (oltre 21.000 euro per il kit completo), il kit telemetria (7.320 euro), il sistema di sollevamento dell’asse anteriore (3.660 euro), gli scudetti Ferrari sui parafanghi (1.342 euro), la retrocamera (1.952 euro), i sensori di parcheggio (1.098 euro), il display della strumentazione per il passeggero (3.294 euro), i cerchi da 20″ forgiati (da 4.514 euro a 5.856 euro), i sedili sportivi di carbonio (6.588 euro), l’impianto audio premium (4.514 euro), le colonnette delle ruote in titanio (1.220 euro), i pneumatici semi-slick (3.660 euro) e il kit ruotino da 20″ (2.074 euro).

Motorizzazioni e consumi Ferrari F8 Tributo

Il motore della Ferrari F8 Tributo è lo stesso della 488 Pista, ovvero un V8 di 90° bi-turbo IHI con una cilindrata di 3902 cm³ e una potenza massima di 720 CV (50 CV in più del modello che sostituisce) a 8000 giri/min per una coppia di 770 Nm a 3250 giri/min. Ciò lo rende il motore più potente V8 Ferrari mai prodotto finora: per lo “0-100” bastano 2,8 secondi, mentre lo “0-200” viene portato a termine in 7,8 secondi e si raggiunge la velocità massima di 340 km/h. Il cambio, invece, è l’automatico Ferrari F1 doppia frizione a 7 rapporti, con rapporti di trasmissione aggiornati.
I consumi della F8 Tributo si assestano su una media di 12 l/100km (precisamente 21,5 l/100km LOW, 10,8 l/100km HIGH e 11,8 l/100km EXTRA HIGH) mentre le emissioni di CO2 variano dai 246 ai 292 g/km.

Prezzo Ferrari F8 Tributo

Il prezzo della Ferrari F8 Tributo in Italia parte dai 236.000 euro e può lievitare in base alla scelta degli accessori scritti in precedenza, tali da poter dar vita a veri e propri esemplari unici su misura per il cliente. È prevista, inoltre, la Garanzia Commerciale Ferrari di 3 anni a chilometri illimitati estendibile a 7 anni grazie al programma Genuine Maintenance. Questo servizio – che include mano d’opera, ricambi originali, lubrificanti, olio motore, liquido freni – prevede la possibilità di mantenere la propria auto sempre in perfetta efficienza e al massimo livello di prestazioni e sicurezza. I controlli sono pianificati una volta all’anno e sono svolti da personale qualificato della concessionaria.
La casa automobilistica di Maranello, inoltre, offre la possibilità di prolungare la garanzia fino a un periodo di 15 anni – a partire dalla data della prima immatricolazione – con il programma New Power15. L’estensione vale sia per le vetture acquistate nuove che per quelle usate, ma anche per le auto che non hanno seguito con continuità le precedenti opportunità di estensione garanzia offerte da Ferrari. Per di più, la New Power15 copre le parti meccaniche più importanti del veicolo come, per esempio, motore, cambio e sospensioni. Così come il Genuine Maintenance, anche questo servizio “passa” al nuovo proprietario in caso di cessione dell’auto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *